Il senso di un viaggio… di un incontro… nel cuore della Francia occidentale

Il senso del viaggio è quel punto di incontro fra ciò che provi interiormente e quel che oggettivamente ti circonda… in quel momento  le dimensioni del viaggio interno e quello esterno… che spesso corrono come due percorsi paralleli… trovano un punto di convergenza… la consapevolezza di un contatto intenso tra ciò che è dentro e ciò che è fuori… di te…

il resto è dentro il tuo trolley… le immagini scorrono e cerchi di fermarle con la tua reflex… un aereo… davanti a te un taxi… un tramonto sbiadito ti fa amare ancora di più il luogo dove ti trovi e dove esattamente vorresti essere..respiri forte… qui… ora..

_DSC0457

Francia centro-occidentale… il sole tramonta più tardi e la mattina si alza conseguentemente più tardi… altri ritmi legati alla luce del sole…

Arrivo a Parigi Orly destinazione Etampes (regione Ile de France, dipartimento dell’Essonne)… bed and breakfast   …   sapremo solo dopo la storia del nostro bed and breakfast… casa tipica di questa zona rurale della Francia del 1800 francese…

_DSC0451

Visitiamo il paese…case in pietra caratteristiche…nella vecchia piazza del mercato contadino c’è il cuore pulsante del luogo… la scelta per la cena cade su  questo piccolo locale Bar a tapas ‘Chez Yo‘…entriamo e le persone all’interno si zittiscono…non siamo del luogo e questo locale è un punto di ritrovo..colori pastello e bottiglie di buon vino ovunque….si presenta il patron…iniziamo ad ordinare in inglese…subentra in aiuto una ragazza seduta ad un tavolo accanto…sedie alte … pochi tavoli  verdi laccati…

_DSC0288

_DSC0306

Alla fine un sospiro di sollievo…’Ohhhhh… Siete italiani BON!’…un gran sorriso…ed è subito empatia…

E’ l’inizio di una serata surreale..di quelle serate che danno il senso del viaggio..dell’incontro…di quelle serate che io e mio marito amiamo di più e che ci riportano indietro nel tempo..quando viaggiavamo in moto ed eravamo solo più giovani…più idealisti…e conoscevamo persone che mai più avremmo incontrato…

Musica americana in sottofondo..Yo si scusa..’sono giovani…’ sorride e guarda i ragazzi nel suo locale…un’espressione carica di complicità e di affetto verso i suoi clienti…a noi piace.…siamo stanchi e affamati nessun menù..ci affidiamo a lui… qui esiste solo il ‘plat du jour’… e stasera è la volta del piatto di ‘charcuterie et fromage’…ci spiega dettagliatamente nel suo italiano francesizzato…la provenienza dei salumi (d’Auvergne, du Jura) e dei formaggi provenienti da  Pethivien una zona a circa 30 km da Etampes… formaggi tipici con latte crudo,  sale francese e pepe, conservato nella paglia o nel legno, di capra…

_DSC0233

Yo è allegro… vitale… solare… autentico… racconta di sua  sua madre…  italiana… ’delle Cinque Terre’… esclama orgoglioso e fiero…

_DSC0245

Ci sentiamo a casa..siamo a nostro agio… il vino inizia a scorrere…

I ragazzi che stavano in silenzio..iniziano a prendere confidenza o forse solo ad ignorarci…ridono..parlano a voce alta… il vino rende tutti più disinibiti…

Entra un signore d’altri tempi…con un cappotto classico di loden verde… Yo  lo presenta orgoglioso… è un famoso ex cantante lirico dell’Opèra… purtroppo parla rigorosamente francese… e la conversazione si interrompe dopo un po’….

Una ragazza bionda balla e ride sguaiatamente…

_DSC0234

Iniziamo con sott’olii della zona… un bicchiere di De Bergerac – Chateau les Andrieux ci fa compagnia…

_DSC0235

_DSC0239

_DSC0244

Il nome reale di Yo è Lionello… ci racconta la sua vita… il suo paese…davanti al suo locale un tempo andato c’era l’antico mercato degli animali… qui confluivano da tutta la Francia per acquistare animali da fattoria proprio nella piazza davanti al suo locale..Place St. Gilles…

ci offre la baguette traditionalle ..diversa dalla classica baguette…quasi  scura…la farina è più densa e corposa e la lievitazione è di 24 ore anzichè 12 ore (per quella classica)…. in questa zona  il grano è di ottima qualità…le tradizioni antiche si respirano ancora…le sento…si percepiscono…e tra una lievitazione..un aperitivo antico…ancora oggi in uso…il ’byrra’…

_DSC0247

marsala e birra…ci racconta il suo grande amore…Carla…(alla francese..Càrlà) nata anche lei da madre italiana e delle 5 terre come lui…bionda occhi verdi…bellissima…

©

Yo si innamora perdutamente di lei…ci mostra la sua foto sbiadita dal tempo….piange Yo…Carla è andata via..un male che non perdona l’ha portata lontano da lui….un male terribile….

Mi commuovo anche io e gli stringo forte le mani…mio marito cambia repentinamente argomento…ancora un bicchiere di vino..brindiamo…c’est la vie…qualche foto..ci scambiamo gli indirizzi…’scriverò di te ..te lo prometto..’ e cosi vi ho fatto conoscere una bella persona..in un luogo a me sconosciuto dell’ovest della Francia contadina…

_DSC0370

Una faccia ancora nuova di questa Francia che amo e che ancora oggi mi trascina nel suo vortice…questo vortice che mi accompagna da anni..nei diversi periodi della mia vita..una Francia che grazie a dio partorisce persone come Yo…impensabili in Germania…o in Finlandia….persone calde…vere…sincere…che sanno ridere di gusto e commuoversi …

Una Francia che si ripete …con persone che amano il buon cibo..il buon vino…una Francia accogliente…chic in ogni sua sfumatura…stupenda…colorata…profumata….

mi piacerebbe invecchiare qui… comprando baguette ..bevendo del buon vino…chiaccherando allegramente….facendo la spesa al mercato locale…

avere dei fiori alla finestra…

_DSC0294

In fondo la vita…è questa….e risiede nelle piccole  soddisfazioni..che si ripetono ogni giorno..dandoti il senso della vita…e della gioia di vivere… affinchè ogni giorno sia degno di essere vissuto e assaporato intensamente…

18 commenti su “Il senso di un viaggio… di un incontro… nel cuore della Francia occidentale

  1. Bellissimo! Adoro questo modo di viaggiare: l’essenza delle persone, il sapore del cibo, gli angoli segreti più che i monumenti…

  2. Mi sa che io e te abbiamo tante cose in comune, ho amato questo post, amo viaggiare sempre e comunque e così ancora di più, amo i piccoli posti semplici e genuini, i luoghi senza pretese che sanno di buono, accogliente, le persone alla mano, famigliari, piatti buoni, semplici, del posto, che voglia di partire!!!! baci

    • coccolatime ha detto:

      a chi lo dici..sto organizzando un viaggio in una zona della francia che ancora non conosco…e voglio comprarmi un obiettivo per questo viaggio!!! poi ti porterò con me..attraverso i miei ricordi e la mia reflex…un bacio!!! spero di riuscire ad andare questa estate!!incrocio le dita!!

  3. il bello di viaggiare è scoprire ancora persone così genuine, che ti arricchiscono e rendono tutto più bello!

    • coccolatime ha detto:

      si…sono d’accordo!!!! ma anche un tramonto…un luogo carico di significati…sai che la piazza di cui parlava Yo…l’ho vista con occhi diversi la mattina dopo…immaginavo gli animali…le persone..una piazza vitale…adorabile!!

  4. Betulla ha detto:

    Cara Enrica, mi hai fatto commuovere…(sì, io sono un po’ sensibile, ma tu sei molto molto brava a raccontare le emozioni che vivi e la poesia dei mondi che attraversi)! Grazie! e sono contenta che anche tu ami la Francia…..

  5. salentinaincucina ha detto:

    Bellissimo articolo….grazie per aver condiviso questa esperienza…io adoro la Francia, ci ho vissuto un po’ quando ero studentessa e quando posso ci ritorno…e il tuo post trasmette tante bellissime sensazioni, i profumi, i colori e i sapori di quella terra meravigliosa (quasi quanto l’Italia!)
    serena

    • coccolatime ha detto:

      grazie infinite per essere qua!!! piacere di conoscerti!
      sono felice di averti fatto ‘sentire’ la Francia attraverso le mie sensazioni…che poi leggo sono anche le tue!!

  6. Ros ha detto:

    Uno dei post più belli che hai scritto, amica mia. Mi sono commossa, ho sognato e ho assaporato quei piatti. Voglio chiederti scusa se non ho ancora partecipato al tuo contest, devo controllare se c’è ancora tempo. Pensa che sono talmente incasinata che ho preparato un dolce per Unlamponelcuore e mi sono accorta solo dopo che la stessa ricetta è già stata proposta…guarda, sono senza speranza…infatti non so se la posterò ugualmente, forse si, scusandomi anche con la blogger che mi ha preceduta. Idem per il contest di Cristina, difficilissimo per me che non sono così brava con i dolci… Spero mi perdoniate, i contest delle amiche per me sono sacri ma sono anche giorni molto frenetici per me e arrivo la sera a casa, senza molte forze, senza molte idee, nemmeno per cena. Però vi voglio bene, sappiatelo 🙂

    • coccolatime ha detto:

      ma non crearti problemi…assolutamente NO!!! ma sei troppo carina ad avere questi pensieri cosi delicati!!! grazie ros…capisco benissimo…è una tragedia anche per me tempo zero!!!

  7. Anisja ha detto:

    Ma che bel post, un racconto meraviglioso, foto fantastiche …. grazie per la coccola
    A presto ….

  8. la Greg ha detto:

    mi piacerebbe invecchiare qui… comprando baguette ..bevendo del buon vino…chiacchierando allegramente….facendo la spesa al mercato locale…

    credo che tu abbia trovato il tuo posto ideale…io amo viaggiare ma ancora non ho avuto l’attrazione fatale per la Francia…magari arriverà più avanti negli anni e magari ti verrò a trovare oltreconfine!!!

    • coccolatime ha detto:

      e io ti aspetterò…a me piace sognare…lo sai!! non so …ci sono altri posti dove mi piacerebbe invecchiare…ma sono sogni…la vita ti porta dove è la tua famiglia..la tua vita è con loro….chissà che scelte faremo…e tu sei più giovane…io mai avrei pensato al luogo dove invecchiare io volevo vivere!!! adesso invece ci penso e non sai con che serenità!

  9. serena ha detto:

    Scriveva John Lennon “la vità è ciò che ti accade mentre sei impegnato a fare altri progetti”.. Ecco la storia del tuo viaggio e l’incontro con Yo-Lionello mi ha fatto ripensare a questo . Una storia un po’ triste un po’ allegra , come spesso poi è la vita – insieme nello stesso momento. Non stanchiamoci mai di viaggiare di battere nuove vie di inventare nuovi progetti – mentre intanto la vita va avanti e accade. E noi restiamo così – un po’ tristi un po’ allegri – a contare i cocci , a metterli insieme con slancio e pazienza per costruire ancora nuovi insospettati spazi della nostra esistenza .

    • coccolatime ha detto:

      carissima mia…leggerti fa bene all’anima…è vero un pò allegra un pò triste…la vita lo è…progettiamo per vivere…ma nel frattempo cerchiamo di sopravvivere ed essere aperti a nuove vie …a quel che è…a quel che sarà!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...