Il plum cake della maturità e della libertà….

L’estate della maturità….alzi una mano chi non la ricorda…è uno spartiacque…impossibile non avere ricordi legati ad un periodo storico così importante della propria vita….

a

 

Mi sorprendo spesso ad osservare mio figlio e a volerci rivedere gli occhi e le espressioni di quando era più piccolo…

Adesso è il suo anno….LA MATURITA’….il periodo che presto si troverà ad affrontare è ricco di aspettative…di sogni…di euforia…di energia…non sarà proprio rosa e fiori….ma beata incoscienza e gioventu…mi piace farglielo credere e non deluderlo…vivrà sulla sua pelle l’università…e quel peiodo magico e pesante assieme…un ventaglio di opportnità che mai più si ripresenterà….

b

domenica sera…maggio….inizia a sentirsi un leggero tepore la sera che ti invoglia ad uscire….ma a cena avevo ospiti importanti… 4 ragazzi …alcuni amici d’infanzia di mio figlio… c’è un rapporto particolare…un filo invisibile di empatia…li ho sempre coccolati…me li son visti crescere addosso…con i loro sorrisi e le voci che cambiavano ogni giorno un pochino di più…li ho visti bisticciarsi…fare la pace…mangiare e dormire assieme..come i veri amici fanno….parlare delle ragazze fino a notte tarda…ascoltare musica a tutto volume..cantare e ridere…sapete una cosa?? i loro occhi sono sempre gli stessi….identici….puri e solari al tempo stesso…

d

me li son coccolati…alcuni quasi allevati….altri si son persi ….altri son rimasti…ma l’amicizia è anche questa….

e oggi li osservo alla mia tavola…ridono ….e le loro voci si accavvalano….tutti voglion parlare…sono euforici…è l’ennesima volta che si trovano per organizzare il loro viaggio mito…il viaggio della maturità….quello che non esiste ragazza che tenga…quello che inforchi la vespa e parti….verso l’avventura….il sole…il mare…la strada davanti a te….nessun limite….nessun obbligo…LIBERTA’….

parlano di soldi…come risparmiare..che alloggio scegliere…dove sceglierlo…hanno visioni diverse….ma è bello anche cosi ….ma loro non lo sanno ancora….lo capiranno…

io e mio marito ci sentiamo onorati e fortunati che siano ancora oggi alla nostra tavola….ci esaltano…ci emozionano…ci commuovono…

g

averli alla propria tavola vuol dire mettere una quantità indefinita di pasta ….vuol dire calcolare del pane in più….e non fermarsi MAI alle verdure (‘Enrica lo sai: troppo salutari!!)…e cosi sia…li vizio consapevole di mettere a tavola quel che piace a loro…quel che non è giusto…macchisenefrega….sono troppo felice…e li voglio vedere contenti alla mia tavola…una volta ancora…

averli a tavola è esaltante….gli piace tutto….assaporano tutto…’sgonfiano’ tutto….con gioia e allegria…sono tornadi di vitalità debordante e spensierata….non dicono MAI di no…non sia mai detto!! e quando mai…’Enrica è buonissimo’….e vai giù….

e cosi domenica sera avevo preparato per la colazione della settimana questo plum cake…oggettivamente salutare per i loro canoni….secondo voi cosa è rimasto???

una mezza fetta per mio marito..proprio perchè gli vogliono bene ed hanno pensato a lui….mi fanno troppo ridere…

h

con un vocione cavernicolo Nico  mi dice ‘che gusto strano….particolare…’ risponde l’altro vocione (Leonardo) con la erre morbida…’Enrrrrrrica un RRRRRetrogusto paRRRRRRRticolare…ma buonooooooooooooooo’….Federico e mio figlio tacciono….loro sono presi nell’atto del masticare…e il plum cake sparisce…

spero gradirete anche voi questo plum cake che magicamente ho fotografo prima…

k

prima della devastazione completa….degli Attila in questione…delle cavallette prossimi maturandi….in una sera di Maggio…dal sapore dell’avventura e del viaggio….di magia..e libertà…di ricordi e di tenerezza infinita…

l

PLUM CAKE ALLE ARACHIDI

Ingredienti

120 gr di farina integrale

120 gr di farina 0

100 gr di arachii tostate (70 gr tritate finemente e 30 gr intere)

200 gr di zucchero di canna

2 uova fresche

70 gr di burro danese

1 bicchiere di latte crudo

1 bustina di lievito in polvere bio

burro e farina per lo stampo

v

Procedimento

Mescolare le due farine in una ciotola con il lievito e le arachidi. Sciogliere il burro a fuoco dolce. Mettere le due uova assieme allo zucchero e azionare il frulllatore, continuare fino ad ottenere una crema densa e omogenea. Unire il burro  a filo continuando a montare. Incorporare le arachidi intere e mescolare bene. Unire la miscela di farine e arachidi tritate, alternandolo con il latte e mescolando energicamente. Scaldare il forno a 180°. Imburrare e infarinare uno stampo da plum cake.

Mettere  in forno fino a che la parte superiore vi apparirà dorata (circa 45-50 minuti) , fate la prova stecchino.

Servirlo tiepido appena sfornato…

p

– Con questa rcetta partecipo al  contest de  La cucina di Esme denominato

Pic-nic_cambria []

– Con questa ricetta partecipo al contest “Un anno di colazioni: il Plumcake” di Letizia in Cucina in collaborazione con FIMOra

BannerContest5

31 commenti su “Il plum cake della maturità e della libertà….

  1. panelibrienuvole ha detto:

    Che bella immagine Enrica!! Credo di capire i sentimenti che ti suscitano questi ragazzi e l’imminente maturità di tuo figlio. Ed è davvero bello che vi siano così affezionati l, parlino con voi…dalle tue parole si vede che anche davanti a voi si sentono a casa, e credo non sia affatto scontato, a quell’età, essere a proprio agio con degli adulti… Ma da tutti i post che scrivi ho la sensazione che la tua casa sia un festoso porto dove chiunque si sente ben accolto e può trovare buona compagnia e buon cibo… Che bello!
    E buono anche il plumcake…ci credo che aveva un sapore particolare…con le arachidi non poteva essere diversamente! 🙂

    • coccolatime ha detto:

      oh si vorrei fosse cosi…sempre davvero!!! ma purtroppo manca spesso il tempo…anche di fare la spesa base per poter accogliere le persone…i ragazzoni spesso si devono accontentare di pizza al volo …che arriva a casa in motorino…..eh! non son perfetta!!! ma la casa è aperta lo stesso!

  2. Bellissimi ricordi, quando ero giovane e portavo gli amici a casa, a cena con i miei, forchette tostissime, portavi cibo e non bastava mai, soprattutto con i ragazzi! l’estate della maturità come dimenticare, quel senso di leggerezza immenso appena terminato l’esame, l’idea di avere mesi di libertà davanti, chiudere un capitolo, grazie Enrica per avermi fatto rievocare tutto ciò, con un plumcake per di più, il mio dolce preferito! un abbraccio!

  3. Erika ha detto:

    Che buono! 😉
    In bocca al lupo al tuo figliolo. Sembra ieri, ma son passati un po’ di anni da quando l’ho fatta io, la maturità. Accidenti, che ansia!!! Un abbraccio, Erika

  4. Ros ha detto:

    Ho ripensato all’estate della mia maturità…parole sante! Un senso di libertà e leggerezza mai provate più nella vita, nemmeno dopo la laurea perché già ero proiettata al lavoro. Deve essere straordinario anche per te questo periodo, con tuo figlio e i suoi amici attorno a mangiare le buone cose che prepari. Non ho dubbi che abbiano spazzolato il tuo plum cake che sono certa mi piacerebbe tantissimo perché ha un ché di rustico… Goditi anche tu questi mesi, cara, e in bocca al lupo ai ragazzi… Un bacio

    • coccolatime ha detto:

      cara ros….sei sempre presente con le tue parole calde e sentite!!! ti sento sempre vicina..come se ci conoscessimo davvero davvero!!!un bacio a te e grazie per essere sempre presente!

  5. zuccherando ha detto:

    se penso all’adolescenza dei miei figli sono queste le immagini che evoco quindi con commozione non posso che dire: Bellissimo. Bellissima la tavolata, il tuo ricordo che si fonde con il presente di tuo figlio e del legame di amiczia che forse si modificherà dopo questa estate, ma che ora riempie la loro testa, il loro cuore e le loro pance….un bacio…e il plumcake me lo segno!!!

  6. Claire ha detto:

    Commossa … io non ce l’ho un ricordo, o meglio, ricordo il giorno della maturità, dell’orale almeno … il mio viaggio della maturità non c’è mai stato, come non c’erano state vacanze (degne di questo nome) prima … peccato che non tutti i genitori siano come te amica cara e riescano ad osservare questa grande bellezza. Un abbraccio … e una briciola di plumcake, grazie 😀

  7. Marianna ha detto:

    Me-ra-vi-glio-so!!! Meraviglioso il racconto ( che come te vivo e ho vissuto anch’io per l’età di mio figlio maggiore ), per le foto che “parlano”, e questa ricetta che gia’ stuzzica nel leggere gli ingredienti… Brava Enrica!!
    Un abbraccio!!

  8. Che belle le esperienze condivise con i figli quando ancora vivono in casa. Sono momenti magici che bisognerebbe non lasciarsi mai sfuggire.
    Ah: buono il plumcake cake… ma passa inosservato, soffocato dalla tenerezza!

  9. Letizia ha detto:

    Mi commuovi sempre con i tuoi post! Grazie mille!

  10. acasadisimi ha detto:

    mi hai commossa! il mio primo figlio ha 12 anni e mi sono immedesimata in te…. un bacio!

  11. Alice ha detto:

    grazie per la ricetta la inserisco subito! e in bocca al lupo a tuo figlio, alla mia tocca il prossimo anno e io sono già in ansia!
    a presto
    Alice

  12. Cristina ha detto:

    Per la maturità di mio figlio devo attendere ancora tre anni di scuola. Ma le tavolate con gli amici sono come quelle che hai descritto tu. Con l’aggiunta che gli amici si “litigano” le porzioni dei dolci.
    Interessante questo plum cake con le arachidi e lo zucchero di canna

  13. Mi sono emozionata a leggere con quanto amore scrivi di loro, e con quanta passione cucini per loro ♥ Sei una mamma stupenda!
    Plumcake delizioso poiché io adoro le arachidi 😉 In più hai utilizzato tutte cose light 😉

    • coccolatime ha detto:

      proprio light light …no…ma almeno salutari SI! ecco!! e non so se sono stupenda…rompo… ma quello è il nostro ruolo….ma sono me stessa …quella sono…nel bene e nel male…ma ci metto tutta me stessa quello si!!

  14. Elena ha detto:

    Enrica che splendido post…… L’estate della maturità, luglio 1988 lo ricordo come se fosse oggi… Gli amici, i professori, i compagni e la spensieratezza e l’allegria che nessuno poteva toglierci, nemmeno la paura degli esami. Mi piace questa immagine che ci hai regalato, un po la vivo con gli amici adolescenti dei miei figli che ogni tanto mi ritrovo a cena e spero che possano vivere anni spensierati e allegri. Le preoccupazioni purtroppo arriveranno anche per loro…. Ti rubo una fettina di plum cake e sognerò ad occhi aperti per qualche minuto! Un abbraccio!

  15. Elisa ha detto:

    Ma come mi piace leggere i tuoi racconti…
    Mi sembrava proprio di essere seduta li, a quella tavola…
    Mi hai fatto ricordare quel periodo… L’esame e anch’io a progettare la vacanza in giro per l’Europa che ancora ricordo e non dimenticherò mai…
    Che bella mamma che devi essere … Per tuo figlio… Ma anche agli occhi dei suoi amici… Ricordo che c’erano “delle mamme” tra gli amici, quelle mamme sempre ospitali, che ci aprivano sempre casa, che ci coccolavano… Che bello!!!

    E poi che risate a leggere delle cavallette sul tuo plumcake?!?! Me le vedo!!!!
    E la mezza fetta avanzata…. Carini!!!

    Ciao cara,
    A presto!!!!!!
    Elisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...