Frida Kahlo : un fuoco d’artificio messicano!

Aspettavo trepidante questa mostra…l’ho desiderata con tutta me stessa …..e finalmente domenica 11 maggio ce l’ho fatta…Roma era ai miei piedi….e le Scuderie del Quirinale alla mia portata…

OK

 

 

 

qualche foto alla fontana di Trevi e all’atmosfera della Roma Felliniana….

 

ok2

 

in lontananza vedo Alberto e Patrick (li avete conosciuti qua e qua) che mi salutano …e subito dopo  davanti all’entrata…un appuntamento al quale tenevo particolarmente : Lalla…fuori fa caldo….una fila ci fa intuire una volta di più l’importanza di questa mostra..il richiamo popolare che c’è attorno ad essa…entriamo frettolosamente…vorrei parlare con Lalla… invaderla di parole…stare un pò vicino ad Alberto…lo sento triste ….

Lo faremo dopo  aver visitato a mostra…all’ombra di un piccolo bar ad un tavolo sorseggiando avidamente una bibita fresca… e dove parleremo come se ci fossimo sempre conosciuti…’il gruppo di Frida ‘ ci definiremo poi ridendo…..

Ma quando siamo entrati  non c’è stato tempo di   fare o dire niente…ci separiamo silenziosamente ..e ci perdiamo ognuno per conto proprio…e nemmeno ci preoccupiamo di ritrovarci..catturati dal magnetismo di Frida…dalla sua personalità…dal suo carisma oltre i suoi dipinti….Lei era lì…

 

Frida 5[1]

i suoi occhi…

il primo quadro è un pugno nello stomaco…un senso di smarrimento ….sento gli occhi vivi di Frida..un autoritratto uno dei tanti…tutti con simbologie e significati diversi…ma questo è quello che mi ha colpito più degli altri…mi sono fermata a guardare quegli occhi da diverse angolazioni..sembravavano vivi..e che mi scrutassero indagatori e fieri…

il suo sguardo è profondo…intenso..eternamente vivo…perforante…quegli occhi che ancora oggi  ‘continuano a scrivere. Sempre’..

fridabrush.15_small[1]

Frida-KahloPS[1]

Questo è il primo autoritratto dopo l’incidente…ricco di energia magnetica

all’epoca era fidanzata con Alejandro Gomez Arias…entrambi studenti della facoltà di medicina…entrambi sullo stesso mezzo che venne travolto brutalmente …Lui ne uscì indenne … lei trafitta e in bilico fra a vita e la morte..’assassinata dalla vita’ diceva di se stessa nei momenti bui…

ma Frida amava la vita con una passione cosi intensa che la Pelona, la ‘cagna spelacchiata’…. la Morte ironica anima stessa del popolo messicano…aveva rinunciato a portarla con sè…La pelona la scrutò bene quel 17 settembre 1925….

guardò il suo corpo nudo e insaguinato fra i rottami dell’autobus schiantato dal tram….quel corpo cosi giovane e acerbo trafitto da una sbarra che entrava in un fianco e usciva dal ventre…

sospirò la Pelona decisa a portarla via..a coprirla con il suo manto nero…la spina dorsale spezzata in tre…due costole …la spalla e la gamba sinistra frantumate…una devastazione…

 

 

frida_kahlo_la_colonna_rotta-510x666[1]

 

Inizia a dipingere dal suo letto d’ospedale….per non impazzire…..solo le mani poteva muovere…e quelle usò…complici uno specchio e una tela…

3215268d-66ad-4d02-a7a3-393be316973f-620x453[1]

 

e Frida afferra la vita… piano piano trova anche la forza per ridere in faccia alla Pelona….

La Pelona si rassegnò…ma non l’abbandonò MAI..alitandole sul volto….ricordandole la sua presenza..

contro ogni più rosea aspettativa riesce a camminare…a rimettersi in piedi….

‘Sono nata nella pioggia. Sono cresciuta sotto la pioggia. Una pioggia fitta, sottile…una pioggia di lacrime. Una pioggia continua nell’anima e nel corpo’ scriverà di se stessa..

Sue compagne di vita inseparabili saranno la bottiglia di brandy, le fiale di morfina e le pastiglie di Demerol…

 

fridabrush.81_small[1]

 

 

‘Ho imparato nella pioggia a sopravvivere alla barbarie di una vta spezzata, a me stessa dolorante e, infine, a DIEGO’

L’elefante e la colomba….Diego aveva venta’anni più di lei…due matrimoni falliti alle spalle…e una fetta di vita trascorsa in Europa con  pittori famosi dell’epoca…

Lei lo cerca…

si innamora perdutamente di lui…

quando lui e Frida si sposarono Diego era all’apice del suo successo …della sua gloria..della sua fama…

frida-y-diego-Museo-Frida-Kahlo-Casa-Azul[1]

 

Fu un matrimonio attraversato da tradimenti…passione sfrenata…viaggi…notti infinite di baldoria ….giorni interminabili di discussioni con artisti, scrittori e poeti….fotografi famosi  … sognatori e ribelli  che erano o sarebbero diventati i protagonisti della cultura mondiale di quel periodo storico

02--Frida-Diego-gasmask[1]

Diego dipingeva principalmente murales….lui interpretava il suo popolo e la sua storia travagliata….lei dipingeva i pensieri e gli stati d’animo e li concretizzava con colori e forme…Frida era l’immediatezza…il suo autoritratto è la sua autobiografia..la forza della vita in quei suoi pennelli e nelle sue tele …l’essenza e l’identità del suo Messico…lo stile naif…le tradizioni popolari e precolombiane..l’amore per Diego…la magia….la natura e la sua potenza…il soprannaturale…la forza…

 

Frida-Kahlo-Amoroso-abbraccio-universo-dettaglio[1]

 

Ancora una volta la Pelona la guarda stupita…quanto coraggio ed energia in quella piccola donna irriducibile che subiva l’ennesima crudeltà: non poter avere il figlio tanto desiderato…

Frida dipinge tutto lo strazio e il dolore dei suoi aborti…

‘La sola cosa che so è che dipingo perchè ne ho bisogno e dipingo tutto quello che mi passa per la testa senza prendere in considerazione nient’altro’

 

Frida-Kahlo-Henry-Ford-Hospital-1932[1]

ospedali..ed ancora ospedali…nella vana e remota possibilità di poter generare un Dieguito…

‘e tu, lurido rospo, ti sei scopato pure mia sorella’

La sua adorata Cristina…l’unica sorella amata…l’unica ad essere un tutt’uno con Frida…

bornconfused-frida-kahlo[1]

Il rapporto con Cristina tornerà quasi come prima….ma in alcuni suoi dipinti si nota chiaramente come la ferita non sia ancora rimarginata…ha il cuore strappato dal petto ancora ai suoi piedi…

 

Frida-Kahlo-Paintings-1937-Memory-The-Heart[1]

 

 

Frida gli ricambia i suoi tradimenti, forse per rabbia o forse spinta da una volontà di trasgressione. … alcuni rapporti omosessuali…con intellettuali del tempo…come un vortice impazzito ….lei avrà amanti … tanti…non amori…solo amanti…

 

 

imagesEG7YWLH7

 

tumblr_mepz4faW6f1rvoqjio1_500[1]

 

fridabrush.44_small[1]

 

Fu una donna appassionata che conservò per tutta la vita un ideale allo stato puro, un comunismo romantico, un anarchismo istintivo….

 

images1AWA5BQZ

 

Inizia ad insegnare all’accademia  ‘La Esmeralda’…un gruppo di studenti che si definiranno ‘Los Fridos’ iniziano a seguirla con devozione..quando si ammalerà continueranno le lezioni nella casa Azul…. le sue scimmiette adoranti… come lei li rappresenterà..

fridabrush.86_small[1]

imagesZH1HXA5E

Museo_Frida_Kahlo_La_Casa_Azul[1]

 

lo strazio della fine…’aspetto felice la partenza. E spero di non tornare mai più’…

 

 

FridaInTraction[1]

 

 

La fine arriva a soli 47 anni…e a quel punto è pronta  ad accogliere anche la morte…non ce la fa più…

si dipinge come  un girasole appassito…

 

frida-1[1]

 

La mostra termina con una poesia …e mi son trovata a piangere …per questa magnetica piccola grande donna..per la sua vita…perchè mi era arrivato dentro forte e chiaro la sua essenza…

 

Frida Kahlo, Autoritratto con colomba e Lemniscata, 1954[1]

Il suo ultimo autoritratto è con una colomba…si ritrae ammutolita…con i tratti del volto non più ben delineati e con gli occhi tristi…

La colomba… che leggendo tra le righe del suo diario alludeva ad una poesia di Rafael Alberti… al tramonto del sole e della luna si posa sulla testa di Frida  a simboleggiare l’anima smarrita…

SE EQUIVOCÓ LA PALOMA

Si sbagliò la colomba.

Si sbagliava.

Per andare al nord fuggì al sud.

Credette che il grano fosse acqua.

Si sbagliava.

Credette che il mare fosse il cielo;

e la notte, la mattina.

Si sbagliava.

Credette che le stelle fossero rugiada;

e il calore neve.

Si sbagliava.

Credette che la tua gonna fosse la tua blusa

e il tuo cuore la sua casa.

Si sbagliava.

(Lei si addormentò sulla spiaggia.

Tu, sulla cima di un ramo)

RAFAEL ALBERTI

images27SGCHLQ

 

Vi ho parlato di lei…ma molto altro ci sarebbe da dire…perchè la sua vita sono i suoi quadri e viceversa…è come un tutt’uno indissolubile ..forte … passionale e travolgente … come lo era lei…icona mondiale del femminismo

Immergersi nel mondo di Frida vuol dire venir catturati da un vortice di emozioni in contrasto tra loro, dove odio ed amore, dolore e felicità si mischiano..sempre e comunque…

interiormente in modo profondo e viscerale…

prima di uscire mi son voltata…ed ho ‘sentito’ che Frida era lì…fumava  una sigaretta e ci scrutava con il suo mezzo sorriso beffardo…

ho sorriso al vuoto…che per me vuoto non era… e mi sono avviata verso l’uscita…verso la realtà…un sole inondava la stanza adiacente alla mostra..su un divanetto mi aspettavano ….un attimo per riprendermi …ma ho visto anche negli occhi degli altri una luce particolare…una pienezza che solo le cose intense e maledettamente vere sanno donarti…

 

 

Fonti

http://www.fkahlo.com/#

http://machedavvero.it/2014/04/amo-frida-kahlo/

FRIDA E DIEGO: “LA PASSIONE NON OTTIENE MAI IL PERDONO” – PAOLA CONTE

Frida è un film del 2002 diretto da Julie Taymor, interpretata da Salma Hayek. La pellicola è un adattamento cinematografico del libro Frida: A Biography of Frida Kahlo di Hayden Herrera

Viva la Vida di P. Cacucci

Frida (catalogo della mostra) Electa

Frida Kahlo: in mostra alle Scuderie del Quirinale le opere della pittrice messicana

http://www.american-buddha.com/lit.fridabrushanguish.3c.htm

 

 

 

 

 

38 commenti su “Frida Kahlo : un fuoco d’artificio messicano!

  1. stravagaria ha detto:

    Che ritratto appassionato! Ricordo una monografia televisiva su di lei che mi aveva affascinato ma devo ammettere che tu sei riuscita a far meglio 🙂

    • coccolatime ha detto:

      sono contenta ti sia arrivato il mio messaggio….sono rimasta davvero abbagliata…ma più di tutto di trovarmi lì davanti ai suoi dipinti …è stato emozionante…una che la vita se l’è presa a morsi!!!

  2. Che post accurato, intenso e coinvolgente, Enrica. Molto toccante.

    • coccolatime ha detto:

      mi manca il tempo spesso..anzi spessissimo…e questo post era da maggio che volevo pubblicarlo…ma prima volevo leggere ed approfondire alcune parti della sua vita…che ovviamente ho dovuto ridurre….grazie Silva

  3. Rebecca mason ha detto:

    Cara enrica,frida e’tutto questo si e molto altro.pittrice forte da pugno nello stomaco certo..m anche molto altro.una scommessa con il destino con la morte. In senso letterale.quadri cosi vivi che una volta visti ti entrano drntro per sempre.una vita border fra vita e morte- aria e terra -frutti vitali e feste di morte.non basterebbero paginr a spiegaretutto questo.cara enrica: perche’sai e senti che frida ti parla ti guarda da quei quafri con un’intensita’che trapassa il tempo.una sfida prr sempre alla mortalita e al tempo – che non possiamo che ascoltare nel suo assordante mistero.che non possiamo che raccogliere nella consapevolezza di una esistenza assoluta.

    • coccolatime ha detto:

      grazie cara Serena, purtroppo ho dovuto ridurre molto…la blogsfera ha delle regole di sintesi e di impatto visivo …dilungarmi avrebbe voluto dire svilire il messaggio…ti ringrazio infinitamnte del tuo contributo che trovo ricco di spunti da approfondire ulteriormente e sui quali riflettere!!!
      d’accordo con te su tutto quanto!! grazie ❤

  4. Alberto ha detto:

    Magnifico ritratto ! Come al solito cara Enrica riesci a esprimere ( ora anche con le foto e non solo con le parole) quanto gli altri, noi, abbiamo sentito durante la mostra…. Ma anche dopo con il “gruppo di Frida” formato per l’ occasione a bere una bibita a una “terrazza romana”.
    A presto

  5. Wow! Che meraviglioso post appassionato!!!!
    Sei riuscita a comunicarmi tutte le tue emozioni, che sembravano le emozioni di Frida stessa!!!
    Molto coinvolgente il ritratto che ne hai fatto, complimenti davvero!
    Buona domenica.
    Serena

  6. Enrica ecco un’altra cosa che ci accomuna, adoro Frida:i quadri,la storia,il film,la sua vita,mi ha sempre appassionata,coinvolta.volevo vedere anche io la mostra purtroppo non ci sono riuscita.Brava mi hai commossa con la tua intensa recensione/ritratto. Un abbraccio.

  7. Claire ha detto:

    Ci credi vero se ti dico che sto piangendo? Quanta intensità … e quanta voglia di andare a vedere quella mostra …
    Un abbraccio ❤

  8. Francesca P. ha detto:

    Io andrò sabato a vedere la mostra, insieme ad un’amica blogger che viene apposta dalla Lombardia! Mi piace che Frida leghi in qualche modo queste nostre esperienze nate qui… arte, sintonie, città eterna, sole, spensieratezza…
    Quando passerò davanti alla fontana di Trevi te la saluterò… 🙂

  9. Franci (Gaudio) ha detto:

    Bellissimo post, Enrica, coinvolgente e pieno di passione!
    Grazie! 🙂

  10. elisa ha detto:

    enrica… stupendo!

  11. unapiccolamela ha detto:

    Rivedere i suoi occhi e questi ritratti, ritrovare le pareti azzurre intense della sua casa di Coyoacan mi hanno commosso ancora: sabato sarò anch’io a vedere la mostra e so già che ci saranno molte lacrime.
    Di gioia e di malinconia, di passione, dense di ricordi, per quella prima volta che ho varcato la soglia della sua ultima casa e che sono passata accanto al suo letto.
    L’aria paeeva piena di lei anche se fisicamente non c’è più…ti ringrazio Enrica, mi hai dato un assaggio di quello che tornerò a provare e te ne sono grata 🙂
    Un abbraccio

    • coccolatime ha detto:

      nooooooooooooooo TU sei andata nella sua casa????? oddio svengo!!! è un sogno grandissimo che nutro!!!! non sai quanto!!! ecco proprio quella sensazione…l’aria piena di lei….è come se avesse fatto una magia col tempo….e di restare viva oltre se stessa…comunque se vai alla mostra guarda gli occhi del suo primo autoritratto e dimmi se non li trovi vivi…

      • unapiccolamela ha detto:

        Sì,Enrica ed è stata un’emozione unica! Io ho fatto la mia tesi di laurea in Messico e non potevo certo farmi mancare quest’occasione 🙂
        Non mancherò di raccontarti le mie impressioni,mi sento già sottosopra per l’emozione!

      • coccolatime ha detto:

        aspetto le tue considerazioni….ci tengo tantissimo….magari mi son fatta un film io!!!

  12. Laura ha detto:

    L’ho letto 3 volte, osservato ancora i suoi splendidi e “folgoranti” autoritratti e …me lo hai fatto rivivere tutto per quello che è stato essere li. La tua capacità di trasmettere emozioni e sensazioni è unica.
    Un bacio

    • coccolatime ha detto:

      certo è che saresti dovuta essere con noi alla cena….ma sei perdonata proprio perchè non abitiamo vicine e organizzarsi non è mai banale…spero di vederti presto!!! un bacio

  13. non sono riuscita a smettere di leggere….travolta dalla passione con cui sei riuscita a sintetizzare un’artista, a raccontarla, farla conoscere meglio di quanto non la conoscessi, a trasmettere lo sguardo quasi intimo con cui l’hai “guardata e sentita”…grazie…

    • coccolatime ha detto:

      grazie marianna…..hai proprio colto il senso del mio post…oltre ciò che ho scritto…come al solito!!! sintonia magica fra noi!!! oltre le parole riesci sempre a intuire il mio messaggio più profondo….

  14. La Cri' ha detto:

    Un post incredibile, complimenti!
    Se passi dal mio blog c’è una sorpresa per te, nel mio ultimo post “the very inspiring blogger Award “. B serata!

  15. […] parlare l’incanto di un cielo azzurro e luminoso e la passione di Frida. Dopo aver letto qui l’altro giorno, la voglia di andare a conoscerla è sconfinata! Fino al 31.8 alle Scuderie […]

  16. Ros ha detto:

    Un post fortissimo, una descrizione coinvolgente. Hai documentato come meglio non si poteva la vita e l’arte di questa donna incredibile. Mi piacerebbe moltissimo vedere la mostra…chissà. Un bacio

  17. L' orto di Claire ha detto:

    Fantastico tutto, i quadri, le foto, il racconto….sembrava di essere lì. Grazie, per la bellissima giornata romana. Un abbraccio! ❤

  18. sabrina ha detto:

    O cavolo! Ho dovuto fare un gran sospiro….che dirti sei un portento mi hai fatto commuovere…e io non ci sono andata, che mi sono persa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...