Un cartoccio di mare

Chi non è nato in una città di mare non può capire…non può comprendere l’odore del mare ..il vento che ti intreccia i capelli….la libertà dei piedi nudi sulla sabbia bagnata…la pelle calda dal sole…

chi non conosce la ‘livornesità’ può comprendere ancora meno quel che sto scrivendo…quella visceralità che ti avvolge…quella luce calda…quei colori nudi degli scogli…del mare in autunno…quel senso di smarrimento e ‘immensità del mare…ovunque…anche dentro di noi….

Giorni fa sono tornata….e non mi ha sorpreso vedere persone in costume che ancora facevano il bagno…donne che cantavano Caterina Caselli…e fumavano una sigaretta con le amiche…nessun pudore…solo un immenso piacere nel godere del nostro mare…forse l’unica vera certezza e ricchezza di noi livornesi…

Il mare influisce anche sul nostro carattere…nel bene e nel male…e attraversa le stagioni della nostra vita…della mia vita…

Respirare la stessa città dei miei nonni e dei miei zii…pregare nelle stesse chiese…toccare sassi e case e oggetti consumati da chi c’era prima di te mi aiuta a vivere…loro vivono attraverso me…i miei ricordi…quello che sono…nel bene e nel male

 Livorno-il-quartiere-Venezia-a18712894

Mia madre diceva sempre che il pesce deve essere fresco…e cucinato senza troppi orpelli…perchè il vero pesce fresco è buono cotto poco e aromatizzato con prezzemolo aglio e olio buono…

 

ok pesce

Questa ricetta è semplice …e anche se non vivo più a Livorno…è la ricetta che rappresenta meglio il pesce …e la mia Livorno…

è un semplice cartoccio…si può fare con carta forno o con carta fata…

pesce freschissimo….verdurine fresche…olio buono…e il gioco è fatto…

quando esce dal forno sprigiona tutto il suo aroma intenso …e l’odore è inebriante….

 

2

Mediterraneo allo stato puro….

 

3

Cartoccio di pesce con verdure fresche

Andate in pescheria e acquistate quello che di più fresco c’è sul bancone. Dentice, branzino, cozze, ecc.

Nel mio caso :

filetti di orata

arselle

gamberi

Ho aggiunto olive toscane, capperi della mia zona, zucchine , pomodori, cipolline fresche, prezzemolo.

5

1

Olio toscano extravergine di oliva.

Ho chiuso con un bel fiocco il mio cartoccio e infornato a 180°C per 15 minuti.

Quando lo aprirete il pesce e le verdurine avranno sprigionato una specie di brodo FAVOLOSO. Potete servire con del pane abbrustolito caldo.

Non è un antipasto, non è un piatto unico e non è un secondo…è tutte e tre le portate assieme…basta scegliere a cosa accompagnarlo.

Servitelo con del vino bianco ghiacciato , meglio un Vermentino di Bolgheri  giusto per restare in zona.

 

4

Con questa ricetta partecipo al contest Le meraviglie della cucina al cartoccio

untitled

Con questa ricetta partecipo al contest Sano come un pesce

pesce

2 commenti su “Un cartoccio di mare

  1. Cecilia ha detto:

    Grazie Enrica per aver partecipato con una ricetta così ricca di significati
    a presto, ciao!!
    Cecilia

  2. coccolatime ha detto:

    a presto e grazie a te per lo stimolo ricevuto a scrivere e per questa ricetta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...