Il labirinto di lavanda

 

Impazzendo dietro al contest sull’impiattamento mi sono imbattuta in una fotografia illuminante…dello chef Moreno Cedroni un mojito alla lavanda

quest immagine mi ha folgorata si…ma per un altro contest, quello  di Alice RICETTE A REGOLA D’ARTE… dopo Mondrian stavolta avevo le idee chiare…una produzione tutta mia…nata dai miei pensieri fluttuanti …dalle mie sensazioni…

finalmente sapevo cosa  fare…. qualcosa di circolare…rotondo…perfetto

_DSC0486 1

 

 

un labirinto…la lavanda…due parole chiave che mi hanno innescato una reazione chimica

Mi sono lanciata in un brainstorming  puro… di idee a catena ….

Quella forma circolare di burro di arachidi mi aveva letteralmente catturata…

Molto probabilmente Cedroni aveva cercato la forma circolare per pura estetica del piatto …un percorso fine a se stesso

io volevo un percorso che portasse ad un obiettivo….ad un fine… ed infine ad una coccola per l’anima…

Partendo dall’idea della circolarità sono arrivata al simbolo del Labirinto: il labirinto infatti e’ un archetipo fondamentale della storia umana

labirinto-san-vitale-lucca

L’immagine del Labirinto rimanda nell’immediatezza ad un percorso intricato e difficile da superare, ma può rivestirsi anche di un fascino particolare se lo si intende come sfida all’intelligenza umana che si mette alla prova nel tentare di trovare una via d’uscita.

Come sapete io vivo a Lucca e qui nel Medioevo arrivavano molti  pellegrini per rendere grazia al Volto Santo e come tappa del pellegrinaggio a Roma sulla Via Francigena. Tutti questi pellegrini facevano centinaia,  a volte anche un migliaio, di chilometri a piedi per arrivare a Roma e salvare la propria anima. Sempre qui ci fu la partenza della prima Crociata nel 1096 alla presenza del Papa Urbano II e Matilde di Canossa dove i francesi si unirono  ai pellegrini/cavalieri italiani e lucchesi,  cosi come riportato dal Prof. Cardini.

Proprio nella Cattedrale di S.Martino a Lucca, c’e uno dei piu’ famosi labirinti in pietra della storia dell’arte. Esso e’ posto all’ingresso della chiesa e la comune simbologia vuole che esso rappresenti per il pellegrino, ma anche per il comune cristiano, le difficolta’ che ciascuno di noi deve affrontare e superare nella vita terrena per raggiungere la vita eterna.

 

8

Ce ne sono altri giganti e stupendi come quello sul pavimento della Cattedrale di Chartres

labirinto-chartres

(immagine tratta da goticomania )

A rendere tutto ancora piu’ affascinante e’ il fatto che nel medioevo il Labirinto diventa uno dei piu’ importanti simboli alchemici e quindi esoterici legati anche alla cabala ebraica come l’albero della vita che poi si ramifica all’infinito diventando anch’esso un labirinto….

Lo stesso albero della vita lo possiamo trovare in un bellissimo quadro di Gustav Klimt

klimt albero della vita

 

ma anche nell’immenso mosaico sul pavimento della cattedrale di Otranto del cui significato si discute ancora oggi

 

Otranomos01

 

Quindi il Labirinto e’ un tema che troviamo in molte culture diverse nei diversi secoli, tema intrigante e sconfinato che ho voluto rappresentare  nella mia ricetta ispirandomi al famoso Labirinto della Cattedrale di Lucca,  citta’ in cui vivo attualmente.

7

 

Ma volevo la lavanda nella mia ricetta…..ero ispirata da Lei… io amo la lavanda..il suo profumo i suoi colori e la amo ancora di piu nella cucina…basta saperla dosare e diventa un piatto delizioso...

ape

Poi Ho scoperto che esiste in Germania un Labirnto di Lavanda a Kastellaun … (preparatevi ad un post…è a solo due ore di macchina da dove lavora mio marito…è fatta ci andrò al più presto fioritura permettendo)

 

550510_383710728365153_456110719_n

Ed ecco la progettazione finale del mio piatto che parla e profuma di tanti stimoli uniti da un attacco di arte…grazie al contest di Alice

 

5

La circolarità della vita quotidiana….l’affannarsi dell’essere umano…e il premio…davanti ad un piatto

10

un sottile labirinto di lavanda che conduce ad uno sfizioso cupcake alla lavanda al centro del piatto; ossia il giusto premio per coloro che si siedono davanti al piatto e che vogliono godere i piccoli piaceri della vita, questa volta terrena e materiale invece che spirituale…..una coccola per l’anima e per il palato…una goduria meritata…

4

il mio labirinto finale è poco spirituale…è terreno e reale…un premio …perchè ce lo meritiamo…perchè ci fa bene…perchè ci piace!

3

Anche il cupcake è un tripudio….la ricetta e l’idea è nata dalla mia musa ispiratrice…la regina degli impasti :VALENTINA

Lei aveva seguito le dritte di Nigella ed aveva creato dei cupcake alla lavanda le ricette servono da spunto..poi è giusto che ognuna le rielabori secondo i propri gusti…

1

Questo è il mio personalissimo cupcake alla lavanda…

Ricetta cup cakes alla lavanda

Ingredienti per 12 cupcake

115gr di burro  danese a temperatura ambiente

115 gr di zucchero alla lavanda (ho usato quello di canna)

2 uova intere

115 gr di farina autolievitante bio

2 cucchiai di latte intero

1 cucchiaino di semi di vaniglia

2/3 gocce di olio essenziale di lavanda per uso alimentare

Per il frosting

 

  • 200 g di mascarpone
  • 50 gr di panna
  • 100 g di zucchero a velo setacciato
  • qualche chicco di lavanda essiccato
  • colorante alimentare

Procedimento

Riscalda il forno a 180°, Prepara una teglia da 12 mini muffin , inserendo in ciascun foro un minipirottino di carta.

Sbatti il burro e lo zucchero fino ad ottenere una crema morbida e soffice. Aggiungi le uova, una alla volta.

Setaccia la farina e incorporala al composto lentamente per non creare grumi.

Aggiungi il latte, i semini di vaniglia e due gocce di olio alimentare di lavanda.

Riempi gli stampini fino a 2/3 del foro. Inforna e cuoci per 15 minuti. Fai la prova stecchino perchè la cottura dipende dal tuo forno.

Una volta cotti lasciali raffreddare e procedi con il frosting.

Per il frosting monta a mano , eviterai che il composto risulti troppo liquido. Usa una saccapoche con un beccuccio a stella.

 

PicMonkey Collage

Per il LABIRINTO

Con il compasso ho creato dei cerchi concentrici distanti un cm l’uno dall’altro.

Ho usato il righello per creare un labirinto equidistante e veritiero…

dopodichè con la marmellata di miritilli ho creato tanti puntini uno dietro l’altro.

Sopra ho versato dei chicchini di zucchero color glicine. Ho messo tutto in frigo per una notte per fissare il tutto.

Con questo post partecipo al contest Ricette a regola d’arte di Alice

banner-contest3

12 commenti su “Il labirinto di lavanda

  1. stravagaria ha detto:

    Molto elegante e i colori sono deliziosi!

  2. Franci (Gaudio) ha detto:

    Qui il commento è unanime: WOWWWW!!!
    Brava, Enrica!!

  3. Il mio blog ha detto:

    Buongiorno cara. Ti ho taggata su un mio post che andrà live alle ore 18

  4. panelibrienuvole ha detto:

    Enrica!!! Questa è davvero splendida!!! Stupenda… Sarà perchè amo il color glicine/viola, sarà perchè trovo la lavanda incredibilmente romantica, o forse perchè qui dentro c’e tanta storia e tanto medioevo ma…mi piace moltissimo!
    Mi piace la spiegazione del labirinto, i tanti riferimenti, la storia di questo disegno e anche la sua simbologia, il tracciato irto di difficoltà e la ricompensa finale, la tua filosofia della coccola. E come sempre da tutto trasudano la positività e l’allegria che ti contraddistinguono…
    Grazie davvero per aver creato questa meraviglia per il mio contest…sono contentissima!!
    E’ davvero il caso di dire: dulcis in fundo!!
    Un abbraccio e…a prestissimo! 😀 😀 😀
    Alice

  5. carla emilia ha detto:

    Sono senza parole Enrica, questo è un post meraviglioso al di là della bontà del dolcetto. Complimenti di cuore! Ti ho copiato ancora e grazie per la buonissima torta che ho potuto rifare, mi è piaciuta moltissimo 🙂
    http://arbanelladibasilico.blogspot.it/2015/03/torta-di-zucca-i-crosta-di-ceci.html

  6. Un post come sempre accurato, ricco di dettagli storici e di stupende fotografie e il cup cake , premio per chi non si perde nel labirinto, è delizioso.

  7. speedy70 ha detto:

    Con questo splendido post mi ha letteralmente conquistata.. per non parlare di questi magnifici e golosi dolcetti, complimenti!!!!

  8. Francesca P. ha detto:

    Accidenti… unire arte, lilla e lavanda è il massimo ai miei occhi! 🙂 Sei stata veramente ben ispirata… sei riuscita a trasformare l’idea che avevi in qualcosa di bellissimo ed elegante, sognante direi… complimenti davvero, torno qui dopo un po’ di tempo e ti trovo in formissima! 🙂

  9. […] 30. LABIRINTO DI LAVANDA – Cupcake alla lavanda – COCCOLA TIME […]

  10. natadolce ha detto:

    molto bella la composizione, ma è bello anche il significato che gli hai voluto dare! e il cupcake è sicuramente delizioso!

  11. dirienzoelisa ha detto:

    finalmente sono riuscita leggermelo con calma questo post!
    bellissimo Enrica! bellissima la tua ricerca, interessantissima.
    e poi la tua trasposizione nel cupcake… appaluso!!!!!!
    ciao
    elisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...